Abbazia San Giorgio

Abbazia San Giorgio
Abbazia San Giorgio

Abbazia San Giorgio


battista.belvisi@gmail.com

Pantelleria E Un’isola molto speciale. Il nero cono vulcanico perso nel Mediterraneo Tra La Sicilia e l’Africa e Espressione di un Carattere intenso e Una forte identità Che Si possono trovare also Nelle Più Semplici prodotti Agricoli. Ci Sono ALCUNE PERSONE Che onorano this identità, E che, senza saperlo, Sono L’Incarnazione del Personaggio di Pantelleria. Uno e Battista Belvisi, agricoltore ed enologo; Un Altro E Beppe Fontana, gourmet viaggiare, Lo Chef glamour, e la mente della nostra Comunicazione SPECIFICO. Un lungo tempo amicizia e Una visione simile della vinificazione li ha PORTATI Insieme dodici anni fa, Quando fondarono l’Abbazia di San Giorgio, con acri di Otto e mezzo di vigneti, alla periferia del villaggio di Khamma.Diviso in piccoli appezzamenti di 900 Piedi sul Livello del Mare, le viti Sono nei media 60 anni. A causa Terzi Sono coltivati a Zibibbo, MENTRE I rimanenti Sono Carignano, Nerello Mascalese e Pignatello (conosciuto Dai Nativi venire “Nostrale”). Le viti Sono allevate Nella Pratica tradizionale della Vite ad alberello, Una tecnica che sì si ritiene SIA Stato inizialmente sviluppato Dai fenici Che arrivarono sull’Isola Più di 2.500 anni fa. Vite ad alberello E Incluso nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’Umanità, il primo del Suo Genere annuncio Aver Ricevuto this prestigioso riconoscimento.Vite ad alberello lascia le viti si sviluppano, crescono e producono splendido frutto anche nelle condizioni estreme dell’isola, tra cui forti venti, piogge scarse, e terreno duro. Le viti a testa addestrati crescono in cespugli indipendenti vicino al suolo e in questo modo sono maggiormente in grado di proteggere i loro frutti dagli elementi. Tutti i vini di Abbazia San Giorgio sono coltivate con metodi biologici e biodinamici, anche se non sono certificati come tali. Invece di pesticidi, prodotti chimici e crittogame, erbacce e parassiti sono gestiti con tecniche agronomiche. Le erbacce sono tirati e sepolti in vigna, alla fine di ogni inverno, la concimazione e la sostituzione del terreno, che elimina la necessità di fertilizzanti chimici e anche biologici. Durante il processo di fermentazione, viene utilizzata solo la naturale lieviti selvatici dalle bucce; e con la maggior parte dei vini, non vengono aggiunti solfiti. Le erbacce sono tirati e sepolti in vigna, alla fine di ogni inverno, la concimazione e la sostituzione del terreno, che elimina la necessità di fertilizzanti chimici e anche biologici. Durante il processo di fermentazione, viene utilizzata solo la naturale lieviti selvatici dalle bucce; e con la maggior parte dei vini, non vengono aggiunti solfiti. Le erbacce sono tirati e sepolti in vigna, alla fine di ogni inverno, la concimazione e la sostituzione del terreno, che elimina la necessità di fertilizzanti chimici e anche biologici. Durante Il processo di fermentazione, VIENE utilizzata da solo la naturale Lieviti selvatici Dalle bucce; e con la maggior parte dei vini, non vengono Aggiunti solfiti.

Showing all 6 results

There are no reviews yet.